Lavora con noi: Cerchiamo un direttore/una direttrice generale

LAVORA CON NOI: CERCHIAMO UN DIRETTORE/UNA DIRETTRICE GENERALE

ResQ – People Saving People ha aperto una vacancy per la ricerca della/del Direttrice/Direttore generale dell’organizzazione. Di seguito la job description e i requisiti della posizione:  per candidarsi, vi preghiamo di scrivere alla Presidenza allegando il Curriculum Vitae (scrivici qui).

JOB DESCRIPTION DIRETTORE/DIRETTRICE GENERALE

Il direttore/la direttrice generale è al vertice della gerarchia dei lavoratori della struttura organizzativa, può essere investito di ampi poteri decisionali e dà esecuzione alle direttive impartite dagli amministratori ovvero dal Consiglio Direttivo. 

Il direttore/la direttrice generale sottopone al Consiglio Direttivo una proposta per subdelegare ai Responsabili dei Gruppi di Lavoro (Dipartimenti), i compiti a lui attribuiti, mantenendo sugli stessi i poteri di direzione e coordinamento. 

Il d direttore/la direttrice generale è un esecutore delle decisioni del Consiglio Direttivo: le interpreta, definisce le strategie necessarie per il raggiungimento del risultato, trasmettendole ai Responsabili dei Gruppi di Lavoro e controllandone la puntuale esecuzione. Risponde direttamente al Consiglio Direttivo e al suo Presidente.

Il direttore/la direttrice generale è il tramite fra i lavoratori della associazione e gli amministratori (componenti del Consiglio Direttivo) curando che le direttive del Consiglio Direttivo siano poste in esecuzione; essi, i componenti del Consiglio Direttivo, conservano comunque la facoltà di operare le scelte opportune affinché le scelte di natura gestionale abbiano una concreta ed efficace esecuzione. Per tale motivo, la figura dell’amministratore (componente del Consiglio direttivo) e quella di direttore/la direttrice generale comportano l’attribuzione di funzioni concettualmente diverse, “l’una consistendo nella gestione dell’impresa, l’altra nell’esecuzione, seppur al più elevato livello, delle disposizioni generali impartite nel corso di tale gestione” (Da sentenza Cassazione del 10 novembre 1987 – n° 8279)

1 – Nomina e affidamento dell’incarico del direttore/direttrice generale

1.1 Il direttore/la direttrice generale è nominato, su proposta del Presidente, dal Consiglio Direttivo tra persone di alta qualificazione tecnico-professionale e di comprovata esperienza gestionale, maturata in strutture complesse pubbliche o private, con profonda conoscenza della normativa e degli assetti organizzativi delle Organizzazioni Non Profit (ONP)

1.2 Le modalità di selezione sono approvate con deliberazione del Consiglio Direttivo, su proposta del Presidente. La selezione avviene con valutazione comparativa dei curricula vitae dei candidati, integrata da un colloquio. I risultati della selezione sono presentati al CD per permettere di deliberare su scelta, nomina e affidamento dell’incarico

1.3 La scelta, la nomina e l’affidamento dell’incarico sono deliberati dal Consiglio direttivo, l’incarico è conferito dal Presidente. Essendo il mandato affidato dal Consiglio Direttivo, potrà massimo corrispondere alla durata in carica del Consiglio che lo ha conferito per essere poi eventualmente riconfermato dal nuovo Consiglio entrante. Il CD può revocare in qualunque momento l’incarico sulla base delle valutazioni periodiche relative a ruolo e mandato

1.4 Tre mesi prima del termine dell’incarico, il direttore/la direttrice generale può essere confermato nell’incarico per un secondo mandato, con deliberazione motivata del Consiglio Direttivo, in presenza di valutazioni positive e periodiche relative al suo ruolo e mandato, formulate dal Consiglio Direttivo e integrate da apposita valutazione interna che coinvolge altri ruoli e responsabili della struttura operativa

1.5 Tre mesi prima del termine del mandato, in caso di mancata conferma, si procede a una nuova selezione. Nel caso in cui fosse necessario più tempo per garantire un adeguato passaggio di consegne si procederà a prorogare e ad ampliare i tempi di revoca e subentro

1.6 Il direttore/la direttrice generale ha la responsabilità della gestione dell’Associazione e dirige, coordina e controlla le direzioni di dipartimento, con potere sostitutivo in caso di mancanza o di non esecuzione degli incarichi, nei confronti dei relativi dirigenti

1.7 Al direttore/la direttrice generale è corrisposto un compenso, il cui ammontare è fissato dal Consiglio Direttivo

2 – Poteri e principali responsabilità delegate al direttore/direttrice generale

2.1 Attua le delibere del Consiglio Direttivo e del Presidente

2.2 Partecipa alle riunioni del Consiglio Direttivo, se invitato, senza diritto di voto e con facoltà di esprimere pareri, ed è componente del Comitato Esecutivo (d’ora in poi Comex)

2.3 Costituisce il Comex previa delibera del Consiglio Direttivo

2.4 Informa i Responsabili dei Gruppi di Lavoro dei lavori e delibere del Consiglio Direttivo

2.5 Fornisce al Presidente elementi per la predisposizione dell’ordine del giorno del Consiglio Direttivo, raccogliendo input anche dal Comex, e può curare la predisposizione delle delibere da portare all’esame del Consiglio Direttivo

2.6 Convoca, dirige e stabilisce ordini del giorno del Comex, accogliendo anche istanze e richieste specifiche dei singoli Responsabili dei Gruppi di Lavoro

2.7 Assicura la gestione, coordinata e coerente, tra i vari Responsabili e rispetto ai processi avviati e da gestire nei vari Gruppi di Lavoro, anche collaborando al disegno e definizione della pianificazione degli stessi, degli ordini del giorno e date di convocazione delle specifiche riunioni

2.8 Elabora, sulla base delle indicazioni dei Gruppi di Lavoro, la relazione annuale di verifica dei risultati gestionali ed economici dell’Associazione da sottoporre al Presidente che la presenta al Consiglio Direttivo per la sua approvazione

2.9 Predispone, dopo istruttoria condotta in Comex, gli schemi dei regolamenti interni da sottoporre al Presidente che li presenta al Consiglio direttivo per loro approvazione

2.10 Previa deliberazione del Consiglio Direttivo, acquisisce gli incarichi conferiti dal Presidente ai Responsabili dei Gruppi di Lavoro e ne garantisce programmazione, indirizzo, coordinamento, supervisione e valutazione. Per procedere alla valutazione dei Responsabili dei Gruppi di Lavoro, il direttore/la direttrice generale si avvarrà anche di apposita valutazione interna che coinvolgerà altri ruoli e responsabili della struttura operativa

2.11 Stipula i contratti di lavoro, qualunque essa sia la tipologia, del personale impiegato da ResQ – People Saving People, sentito l’Ufficio Legale e dopo che i singoli Responsabili abbiano avallato il processo di selezione del candidato e stabilito livello retributivo, tipologia contrattuale, ruolo, TDR e relativi poteri/deleghe

2.12 Vigila sull’andamento gestionale dell’Associazione, delle sedi territoriali ed estere, riferendo semestralmente al Consiglio Direttivo; 

2.13 Opera e gestisce conti correnti bancari e postali della Associazione, con facoltà di rilasciare apposite deleghe a responsabili interni; il Consiglio Direttivo, d0intesa con il Presidente, delibera i limiti di potere dispositivo, oltre i quali tale potere sarà gestito con la doppia autorizzazione (doppia firma)

2.14 Rappresenta l’Associazione di fronte ai finanziatori, enti e uffici pubblici e privati, nonché ogni altra pubblica amministrazione o autorità. Per esempio mediante:

a. sottoscrizione di comunicazioni, richieste, dichiarazioni e rispetto degli adempimenti dell’Associazione previsti da leggi, finanziatori e regolamenti comunitari

b. presentazione di istanze, proposte di ricorsi, richieste di licenze e autorizzazioni

2.15 Conferisce e revoca deleghe nell’ambito dei suddetti poteri, per singoli atti o categorie di atti sia a dipendenti dell’Associazione, sia a terzi incluso persone giuridiche

2.16 Instaura, nell’interesse dell’Associazione, rapporti di consulenza/prestazioni di servizio con esperti e professionisti esterni, fissandone tempi e modalità di pagamento, il tutto nei limiti di euro 50.000,00 (cinquantamila) per ciascuna operazione; 

2.17 Per quanto di competenza, stipula, modifica e risolve convenzioni commerciali e di servizi di qualsiasi natura con imprese ed enti

2.18 Interviene, per quanto di competenza, in qualità di rappresentante dell’Associazione, sia come ente capofila che come mandante, alla costituzione di consorzi, ATI (associazioni temporanee di imprese), e altri organismi, dando e ricevendo i relativi mandati, al fine di partecipare a gare d’appalto o finanziamenti che lo richiedano per l’aggiudicazione di progetti, lavori e servizi presso qualunque soggetto nazionale, comunitario e internazionale, pubblico o privato; in caso di aggiudicazione, sottoscrive i relativi atti, contratti e impegni, compreso il rilascio di garanzie e/o la costituzione di depositi cauzionali, con ogni più ampia facoltà di negoziare, concordare e/o perfezionare tutte le clausole che riterrà necessarie e/od opportune e/o utili

2.19 Stipula, modifica e risolve i contratti per polizze di assicurazione con limite di spesa riferito al premio annuo pari a 10.000 (diecimila) euro per singola operazione

2.20 Stipula, modifica e risolve i contratti per polizze fidejussorie fino al valore di 250.000 (duecentocinquantamila) euro per ciascuna operazione

2.21 Assume e concede immobili in locazione e sublocazione e stipula, modifica e risolve i relativi contratti

2.22 Nell’ambito dei poteri conferiti e in stretto coordinamento con il Presidente, può rappresentare l’Associazione in tutte le cause attive e passive, in tutti i gradi di giurisdizione, civile, amministrativa, davanti a collegi arbitrali, con ogni più ampia facoltà di:

a. Promuovere azioni di cognizione, conservative, cautelari ed esecutive, richiedere decreti ingiuntivi e pignoramenti e opporsi agli stessi, costituirsi parte civile, proporre istanze e ricorsi

b. Richiedere qualsiasi prova e opporsi ad essa, rendere l’interrogatorio libero o formale, eleggere domicili, nominare avvocati, procuratori e arbitri e compiere quant’altro occorra per il buon esito delle cause di cui trattasi

2.23 Nell’ambito dei poteri conferiti e in stretto coordinamento con il Presidente, assume la funzione e gli obblighi del Datore di Lavoro, così come previsto dal Documento di valutazione dei Rischi (DUVRI) in ambito del D. legislativo 81/08.24

2.24 Nell’ambito dei poteri conferiti e in stretto coordinamento con il Presidente, assume la funzione e gli obblighi derivanti dalla attuazione del Dgls. 196/2003 e del relativo Documento Programmatico Sulla Sicurezza (DPSS)

2.25 In caso di assenza o impedimento del direttore/la direttrice generale, o qualora abbia un particolare interesse, le funzioni di sua competenza sono esercitate da un un dipendente o professionista esterno indicato dal Consiglio Direttivo, su proposta del Presidente.

3 – Requisiti obbligatori, requisiti preferenziali e competenze attitudinali rilevanti richieste al direttore/direttrice generale

Requisiti obbligatori

  • Condivisione dei valori e della missione di ResQ – People Saving People
  • Laurea o esperienza lavorativa diretta nella gestione e direzione di ONP e coordinamento di progetti/programmi complessi di almeno 5 anni (cumulativi) inerenti il settore non profit e in modo particolare organizzazioni e programmi di cooperazione internazionale, educazione alla mondialità, interculturalità, diritti di cittadinanza plurale, difesa dei diritti umani
  • Conoscenza di materie economiche e giuridiche sui temi del non profit e del settore di intervento
  • Conoscenza della normativa sul lavoro e prevenzione infortuni, della normativa fiscale, della qualità del servizio / Iso 9001 e di modelli di gestione tipo d. lgs. 231/2001
  • Conoscenza degli strumenti di pianificazione aziendale e delle tecniche di sviluppo di piani e consuntivi (ivi compresi il bilancio economico e sociale)
  • Conoscenza e capacità di utilizzo del sistema del fundraising come prassi di management
  • Competenze di marketing e comunicazione, di budgeting, dei meccanismi di finanziamento dei principali finanziatori, di redazione di rendiconti economici, di project management e gestione risorse umane
  • Conoscenza ed uso di strumenti di monitoraggio e valutazione di progetti e programmi
  • Competenze ed esperienza nell’ambito della identificazione, negoziazione, gestione, monitoraggio, valutazione e rendicontazione di progetti
  • In quanto responsabile degli approvvigionamenti (di mezzi materiali e risorse umane) deve avere un’esperienza di lavoro di almeno 2 anni nel ruolo di coordinatore di progetto, un’ottima conoscenza delle Istruzioni Operative interne riguardanti i fornitori, gli acquisti e spedizioni, informazione, orientamento, selezione, gestione e contrattazione del personale
  • Ottima conoscenza di almeno due lingue straniere di cui una sia l’inglese
  • Ottime competenze informatiche generali
  • Disponibilità a viaggiare frequentemente in Italia e all’estero, anche con scarso preavviso
  • Competenze di lavoro di gruppo, strumenti di monitoraggio e valutazione/auto-valutazione sui processi organizzativi interni, capacità di gestione risorse umane.

Requisiti preferenziali

– Conoscenza di base di altre lingue

– Partecipazione attiva ad associazioni del terzo settore

– Conoscenza ed uso di data base ed altre applicazioni informatiche per gestione e controllo dati.

Competenze attitudinali rilevanti

  • Spirito di dedizione, forte socialità, versatilità e intraprendenza, che gli permettano di condurre le attività da posizioni di leadership
  • Conoscere e saper applicare tecniche di comunicazione, ascolto e gestione delle relazioni interpersonali, problem solving e orientamento al risultato
  • Capacità di coinvolgimento attraverso l’approccio motivazionale e l’ascolto
  • Team building e capacità relazionali e di gestione di team  articolati (team working)
  • Capacità di interagire e collaborare in termini di pianificazione, negoziazione e coordinamento con interlocutori di natura pubblica e privata
  • Disponibilità ad assumere le nuove responsabilità in un contesto organizzativo in forte evoluzione
Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.